.

logo dizionario sindaci

Dizionario biografico dei sindaci dei comuni dell’Umbria dal ‘46 a oggi

Dopo il volume Costituenti dall’Umbria (2008), la ricorrenza del 70° della Repubblica ha offerto lo spunto per una ricerca sulle elezioni amministrative del 1946, le prime dopo il ventennio fascista.

La ricerca, resa possibile oltre che dalle fonti a stampa e dalla documentazione conservata negli Archivi di Stato e in quelli comunali, soprattutto dalla collaborazione con l’Archivio storico delle elezioni del ministero dell’Interno, ha consentito la realizzazione di una serie di iniziative che hanno fatto maturare il progetto del Dizionario biografico dei sindaci dei comuni dell’Umbria dal ‘46 a oggi.

Il Dizionario prenderà in considerazione i primi cittadini eletti a seguito delle libere elezioni amministrative che, dopo la riforma che introdusse la figura del podestà di nomina governativa, si tennero in Italia in più tornate elettorali tra il marzo e il novembre 1946.

L’obiettivo è quello di rendere disponibili alla consultazione schede biografiche di tutti i sindaci dei comuni dell’Umbria che, oltre ai dati anagrafici, contengano informazioni sui mandati, il partito politico di appartenenza, l’orientamento della Giunta, un breve testo sull’attività svolta durante la sindacatura nonché le fonti.

Queste ultime, unite alla possibilità di interrogare l’archivio e incrociarne i dati, offriranno agli studiosi materiali finora non disponibili per lo studio delle amministrazioni e degli amministratori locali.

 

scheda dimostrativa

Un esempio di “prodotto finito” per la consultazione è la scheda di Elsa Damiani Prampolini, prima donna sindaco eletta in Umbria, e una delle undici elette a livello nazionale, che sarà riconfermata anche nelle elezioni del 1952 e del 1956.

 

Grazie anche alla collaborazione dell’Anci, nonché dei singoli Comuni, entro il 30 settembre 2019 sarà possibile consultare le schede dei sindaci eletti negli 89 comuni dell’Umbria tra il 1946 e il 1952, anno della seconda tornata elettorale per le amministrative.

 

La scelta di rendere disponibile una ricerca di questo tipo tramite un sito internet deriva dalla considerazione che questo strumento, prodotto dal Servizio informatico dell’Assemblea Legislativa e agganciato direttamente al sito istituzionale dell’Isuc, consente un continuo aggiornamento, nonché un arricchimento delle informazioni contenute, abbrevia i tempi di pubblicazione e, al tempo stesso, riduce i costi di produzione e diffusione; inoltre, consente agli studiosi, così come ai privati cittadini, una “navigazione” libera che però permette anche di rilevare le specificità attraverso l’uso di  filtri di ricerca contestuali.