.

Donne, lavoro e relazioni familiari

L'Isuc, la Società italiana delle storiche e l'Istituto nazionale Ferruccio Parri, in collaborazione con La casa delle donne e Terni donne,  presentano l’unità formativa Donne, lavoro, relazioni familiari.La Costituzione al femminile.

Descrizione La Costituzione letta al femminile mette in evidenza il lungo e difficile cammino compiuto dal movimento delle donne per rendere reali quei diritti che essa prescrive e mostra quali passi sono ancora necessari perché si realizzi la piena parità giuridica, economica e sociale tra i generi. Ricostruire questo percorso significa fare emergere la soggettività femminile e l’incisività delle donne nella storia. Con l’obiettivo di fornire un quadro aggiornato e correlati strumenti didattici, durante gli incontri verranno presentate alcune questioni come i temi della differenza/disuguaglianza tra i generi, il lavoro al femminile, l’accesso alle professioni, l’evoluzione delle relazioni familiari per riflettere con i/le docenti sul tema della storia di genere.
Ambito specifico Cittadinanza attiva e legalità.
Ambito trasversale Metodologie e attività laboratoriali.
Obiettivi Conoscere l’evoluzione storica dei diritti delle donne a partire dalla Costituzione in relazione ai seguenti argomenti: uguaglianza formale e sostanziale, lavoro, accesso alle professioni, relazioni familiari. Includere la storia di genere nel curricolo di storia per competenze. Divulgare la storia delle donne e degli studi di genere all’interno della scuola. Elaborare unità didattiche.
Mappatura delle competenze Educare alla cittadinanza. Sviluppare il pensiero critico, fondamentale per far crescere il dialogo tra i generi. Acquisire una cultura delle pari opportunità e del rispetto dell’altro. Modificare le modalità di trasmissione e formazione del sapere e le gerarchie di genere a questi sottese.
Destinatari Docenti delle Scuole secondarie di 1° e 2° grado dell’Umbria.
Tipologia della verifica finale Presentazione individuale del progetto didattico realizzato in laboratorio.
Direttore responsabile prof.ssa Carla Arconte.
Durata 25 ore.
Frequenza necessaria 19 ore (75%).
Carta del docente NO.
Metodologia di lavoro Lezioni frontali, lavori di gruppo, laboratori.
Materiali e tecnologie usati Slide, videoproiettore, personal computer, dispense, libri.

Contatti

Istituto per la storia dell'Umbria contemporanea
Alba Cavicchi alba.cavicchi@alumbria.it - tel 075 5763029 cell. 329.6504931
Carla Arconte carlarconte@gmail.com - cell. 348 4009922
Natalia Chermaddi isuc.terni@alumbria.it - tel. 075 5763030

Data apertura iscrizioni 1° dicembre 2018
Data chiusura iscrizioni 14 gennaio 2019

Data inizio corso 14 gennaio 2019
Data fine corso 8 marzo 2019

Sede di svolgimento Casa delle donne via L. Aminale, 22 - Terni

PROGRAMMA DELLE LEZIONI

lunedì 14 gennaio 2019 - ore 15:00-18:00
Vinzia Fiorino, L’uguaglianza (art. 3)

lunedì 21 gennaio 2019 - ore 15:00-18:00
Alessandra Gissi, La donna lavoratrice (art. 37)

lunedì 21 gennaio 2019 - ore 15:00-18:00
Simonetta Soldani, L’accesso alle professioni

lunedì 4 febbraio 2019 - ore 15:00-18:00
Simona Feci, Laboratorio sulla prima parte del corso

lunedì 11 febbraio 2019 - ore 15:00-18:00
Laura Ronchetti, Relazioni familiari (artt. 29-31)

lunedì 18 febbraio 2019 - ore 15:00-18:00
Marina D’Amelia, Relazioni familiari (artt. 29-31)

lunedì 25 febbraio 2019 - ore 15:00-18:00
Susanna Mantioni, Laboratorio sulla seconda parte  del corso

venerdì 8 marzo 2019 - ore 15:00-19:00
Presentazione dei risultati del laboratorio in occasione delle iniziative per la Giornata internazionale della donna

L’Istituto per la storia dell’Umbria contemporanea è parte della Rete degli istituti associati all’Istituto nazionale Ferruccio Parri (ex Insmli) riconosciuto agenzia di formazione accreditata presso il Miur (l’Istituto nazionale Ferruccio Parri con la rete degli Istituti associati ha ottenuto il riconoscimento di agenzia formativa con DM 25 maggio 2001, prot. n. 802 del 19 giugno 2001, rinnovato con decreto prot. 10962 dell’8 giugno 2005, accreditamento portato a conformità della Direttiva 170/2016 con approvazione del 1° dicembre 2016 della richiesta n. 872 ed è incluso nell’elenco degli Enti accreditati).

AllegatoDimensione
PDF icon Programma2.01 MB